Intervista con Luca Martella
venerdì 05 agosto 2011


 

 

Intervista con Luca Martell

Incontro con Luca Martella a teatro

Da alcuni mesi l’attore Luca Martella sta portando in tournée uno spettacolo molto affascinante e culturale: Sulle orme del Signor G, omaggio a Giorgio Gaber che lo vede sul palco protagonista assieme alla The GG Brothers Band. Sere fa è approdato a Frascati, uno dei castelli vicino Roma, nella splendida cornice di Villa Torlonia, nell’ambito del Festival Internazionale delle Ville Tuscolane. Visum ha intervistato Luca Martella.
Giancarlo Leone

 




a

Pagine correlate:
Sulle orme del Signor G

Intervista con Luca Martella

Luca Martella è un attore poliedrico che si divede tra cinema teatro e la televisione. Attualmente porta in interessante spettacolo su Giorgio Gaber intitolato Sulle orme del Signor G.
Visum lo ha incontrato.

 

Luca, come è nata la passione per la recitazione?
Fin da piccolo – spiega l’attore - ho avuto questa passione e devo ringraziare mio padre e mio nonno. Sono nato e cresciuto nel cinema. Io e i miei fratelli, da piccoli, andavamo alla Titanus con mio padre a prendere le ‘pizze’, ossia le pellicole dei film e lì ho capito cosa fosse il cinema vero. Era destino, era scritto nel mio DNA. E sono pure nato nel ’68: rivoluzionario per definizione. Senza contare che ho pure i capelli rossi”.

Intervista con Luca Martella

 

Intervista con Luca Martella

Parliamo di questo spettacolo su Gaber a cui tu lo dedichi
Sì, ormai da mesi, porto in scena questo spettacolo incentrato su un artista unico nel suo genere: Giorgio Gaber. Uno spettacolo – sottolinea - che intreccia emozioni e riflessioni ed è sicuramente molto suggestivo. Gaber è stato sempre un punto di riferimento per me, già dai tempi dell’Accademia e l’ho voluto ricordare con questo progetto artistico che ripercorre la sua storia attraverso i brani più celebri, da Lo shampoo a Destra-sinistra. Da notare, poi, la somiglianza che ho con lui. Per questo spettacolo ho coinvolto la mia famiglia, quasi tutta”.

 

Una bella band familiare
Esatto, ho voluto sul palco con me mio padre e mio figlio, tre generazioni a confronto. Ho cercato – afferma Martella - di coinvolgere la mia famiglia per dare allo spettacolo non solo un senso compiuto, ma anche per celebrare il mio percorso di vita con accanto una famiglia meravigliosa”.

Intervista con Luca Martella
 
Intervista con Luca MartellaIntervista con Luca Martella

Ti abbiamo visti in vari film e fiction. Qual è il film che ti ha dato più popolarità?
Uno su Due di Eugenio Cappuccio, con Fabio Volo, dove recito in umbro. Con questo film sono stato anche in America e alle Hawaii, all’International Film Festival e all’Italian Film Festival come Guest Star, rappresentavo il cinema italiano. E’ stata una bella soddisfazione – confessa a Visum - e un riconoscimento che è arrivato in un momento importante e delicato della mia vita, dopo una malattia. Questo film – conclude - è stato sicuramente quello in cui ho messo di più della mia esperienza personale e credo che il pubblico l’abbia sentito, visti i risultati”.
Giancarlo Leone

 

Hits: 1438
Commenti (0)add comment

Scrivi commento

busy
 
Joomla SEF URLs by Artio